Elezioni per il rinnovo delle rappresentanze studentesche a Storia e Filosofia

507107_urna elezioni disegno

Le scorse elezioni studentesche, in date 6-7-8 Maggio 2014 hanno visto una buona partecipazione da parte degli studenti e le studentesse, con il pieno raggiungimento del quorum previsto e di un rinnovamento nella rappresentanza studentesca negli organi di governo dell’Università. La Commissione Elettorale d’ateneo ha però pronunciato un’altra sentenza: l’invalidazione del voto. Questo a causa di un errore amministrativo, poichè ai primi 8 votanti dei corsi di laurea in Storia e Filosofia sono state consegnate entrambe le schede dei Consigli di Corso, indipendentemente che afferissero all’uno o all’altro. L’irregolarità avrebbe difficilmente influenzato il risultato elettorale(oltretutto limitatamente a Filosofia, poichè al CdC di Storia era candidata una sola lista), e in ogni caso entrambe le liste candidate hanno espresso la loro accettazione del risultato elettorale in un reclamo presentato sia alla Commissione Elettorale che all’Amministrazione stessa, rimasto purtroppo inascoltato. Nonostante le rassicurazioni che abbiamo avuto in sede di Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo la situazione è stata paradossale:sono state indette delle Ripetizioni del momento elettorale per i gg. 21-22 Ottobre per le rappresentanze nei consigli di corso di Storia e Filosofia.  Un momento elettorale a liste bloccate, in cui sono rientrate solo le candidature presentate a Maggio. Come rappresentanti degli studenti abbiamo visto criticità in questo, poichè:

 –Si sono presentate, di fatto, delle liste vecchie di fronte ad un elettorato nuovo, chiamato al voto senza avere la possibilità di candidarsi e fare rappresentanza in prima persona.
 -Si è avuto, di fatto, un momento elettorale a meno di un mese dall’inizio delle lezioni, privo dei tempi necessari per una sensibilizzazione degli studenti e una campagna elettorale delle liste che permettano di esprimere consapevolmente le proprie preferenze. Questo è risultato ancora ancora più evidente per le nuove matricole, che non hanno avuto il tempo di “entrare” nel sistema universitario e coglierne i meccanismi per fare una scelta con cognizione di causa.
Ciò che abbiamo visto è una  generale svalutazione e uno svuotamento del significato che il rinnovo della rappresentanza costituisce per gli studenti, ridotto ad un mero adempimento burocratico che l’Amministrazione deve compiere, cercando di risolverlo il prima possibile.
Per questi motivi abbiamo deciso, come rappresentanti degli studenti, di non investire sulle Ripetizioni: non abbiamo fatto i giri dei corsi, non abbiamo trascinato come al solito le persone a votare, poichè ci è sembrato assurdo pensare di creare un vero dibattito e una seria consapevolezza in due settimane.
Vediamo come opportunità reale per un rinnovo della rappresentanza consapevole e democratico le Suppletive che si terranno Mercoledi 10 Dicembre dalle 9.00 alle 18.00 e Giovedi 11 Dicembre dalle 9.00 alle 14.00 assieme alle altre ripetizioni dell’Ateneo, in date che hanno permesso il crearsi di una maggiore consapevolezza tra gli studenti, in particolar modo tra i primi anni. 
 
Vi aspettiamo!
 
Lettere Rosse – Sinistra per…

Rispondi