CUS: stesso prezzo per studenti e dottorandi

sportsCome Sinistra Per… congiuntamente all’associazione ADI, Associazione Dottorandi Italiani, ci siamo impegnati in questi mesi per risolvere il problema della differenza di trattamento tra dottorandi/specializzandi e studenti nell’ambito degli impianti sportivi del CUS Pisa.

Infatti, sebbene sia dottorandi che specializzandi pagassero già la tassa di 6 euro per il CUS, erano tenuti a pagare anche la tassa aggiuntiva di 25 euro come un qualsiasi membro esterno all’università, subendo quindi un’inopportuna differenza di trattamento.

Dopo aver segnalato nel Comitato per lo sport questa incongruenza, gli uffici dell’università di Pisa ci hanno risposto che, secondo il regolamento, dottorandi e studenti sono equiparati in ogni forma e tutela anche ai fini assicurativi negli impianti sportivi del CUS Pisa.

Siamo così riusciti a superare le incomprensioni tra CUS Pisa e Università riguardo all’ipotetica mancanza di copertura della polizza assicurativa per gli infortuni sportivi, e ad ottenere una equiparazione delle due figure che da adesso potranno godere dello stesso prezzario rivolto agli studenti. Un buon risultato, quindi, ed una vittoria che rende realtà una piccola parte di un programma elettorale molto più ampio sul modello di Università più giusto e più attento ai bisogni e alle necessità dell’intera comunità accademica.

Questo non significa che per Sinistra Per… i dottorandi siano equiparabili a studenti. Restiamo convinti del fatto che il dottorando/specializzando non debba essere visto come uno studente all’ultimo step della sua formazione, ma come una figura al suo primo passo nel mondo della ricerca e dell’insegnamento accademico. 
Continueremo a batterci su questo fronte insieme all’ADI a tutti i livelli, sia territoriali sia nazionali, al fine di ottenere questo riconoscimento di civiltà.

Sinistra per…

Rispondi