Nuovo Accordo Territoriale: verso il miglioramento della condizione abitativa a Pisa

Come Sinistra per… da anni ci impegnamo per assicurare una degna condizione abitativa alle migliaia di studenti presenti nel territorio pisano. La città di Pisa vede nella componente studentesca una grande risorsa economica, in particolare sotto il profilo immobiliare, visto il grande numero degli studenti fuori sede. La speculazione sul mercato immobiliare è, purtroppo, un grande problema nella città: essa si presenta sotto forma di contratti a nero, canoni di affitto eccessivamente elevati, proprietari che non rispettano i loro doveri ed affittuari ignari dei loro diritti.

In questo contesto Pisa si è vista protagonista, da ultimo nel 2013, nella firma dell’accordo territoriale per i contratti di locazione agevolati e transitori, accordo da poco scaduto. L’accordo territoriale prevede la possibilità, per i proprietari di immobili, di affittare l’immobile, in particolare a studenti, attraverso un contratto a canone ridotto; questa forma garantisce una serie di agevolazioni sia ai locatori che agli affittuari.

Sinistra Per… in seguito ad una ampia collaborazione con l’associazione Unione Inquilini, che ha come finalità ultima il miglioramento della condizione abitativa nella città di Pisa, ha partecipato alla stesura e rivisitazione del nuovo accordo territoriale che quest’anno sarà rinnovato.

Nel quadro del lavoro svolto è impossibile non evidenziare la mancanza di collaborazione da parte dell’amministrazione comunale, che non si è adoperata nel favorire il dialogo nell’immediato con tutte le associazioni e realtà coinvolte nell’accordo territoriale, ma ha eseguito solo in un secondo momento, sotto pressione, un passaggio che prevedesse la diretta collaborazione di tutti coloro che, alla fine, hanno lavorato all’elaborazione, miglioramento e modifica dell’accordo attualmente steso.

Pur rilevando un problema nell’iniziale mancanza di lavoro paritario e democratico tra tutte le realtà coinvolte nell’accordo, non possiamo esimerci dal riconoscere il grande successo che esso rappresenta, in particolare nella tutela dei diritti degli affittuari e nell’agevolazione fiscale per i locatori.

Lo scopo preminente dell’accordo è quello di ridurre la speculazione edilizia, che pesa interamente sulle spalle delle categorie meno protette, in particolare la componente studentesca. Sarà necessario un grande impegno da parte di tutte le associazioni che hanno partecipato alla stesura dell’accordo e, in particolare, dell’amministrazione comunale, per assicurare una dovuta pubblicizzazione del contratto a canone ridotto, così da permettere la diffusione dello stesso e la riuscita nello scopo preposto.

L’accordo sarà firmato lunedì 12 marzo alle 17:30 in Comune ed è già stata indetta per martedì 13 marzo alle 10.30 in Sala giunta del Comune di Pisa, una conferenza stampa per una prima pubblicizzazione del contratto da parte dei media locali.

Ci rendiamo conto però che, al fine di un effettivo miglioramento della condizione abitativa, l’accordo territoriale da solo non basta, e quindi, come Sinistra Per…, insieme ad Unione Inquilini, siamo anche promotori di un questionario sulla condizione abitativa pisana degli studenti, categoria più esposta al lucro in merito agli affitti. Questo questionario servirà, oltre alla già citata pubblicizzazione dell’accordo, ad avere dati sulle problematiche della situazione abitativa Pisana in modo da poterle presentare, con dati alla mano,all’amministrazione locale, per una componente studentesca meno sfruttata e una minore speculazione edilizia in tutta la città.

Sinistra per…

Rispondi