L’unico bando possibile lo scriviamo noi!

FinanziamentiCopertinaIl diritto allo studio della Toscana affronterà nei prossimi mesi una serie di importanti scadenze che si ripercuoteranno sugli studenti: la stesura del bando borse per il prossimo anno e l’individuazione dei finanziamenti che verranno stanziati.
Come organizzazioni studentesche abbiamo sempre considerato il tema del diritto allo studio fondamentale, in quanto crediamo debba essere strumento che garantisca a chiunque di intraprendere un percorso universitario indipendentemente dalla situazione economica,  e come studenti ci poniamo di fronte ai prossimi momenti con estremo interesse ed attenzione.
Nella nostra regione le possibilità di miglioramento sono moltissime: dall’adeguamento ai parametri nazionali per l’accesso alla borsa di studio- al momento non raggiunti in Toscana-, all’aumento della quota monetaria per chi vive all’interno delle residenze (diminuita l’anno scorso), fino al miglioramento del servizio mensa o la pianificazione di un lavoro di ristrutturazione complessivo e soddisfacente delle residenze studentesche.
Rispetto a quest’ultimo punto è chiaro a chiunque le viva come i problemi, anche piccoli, accumulandosi nel tempo abbiano creato spesso situazioni inaccettabili: da infiltrazioni d’acqua che sfociano in veri e propri allagamenti di aule, a problemi di tubature che causano mancanza di acqua calda (a gennaio!) per due settimane, ad un’infinità di disagi che inficiano la quotidianità delle persone.
Il servizio delle residenze deve garantire una qualità di vita degna agli studenti, che non devono vivere in situazioni precarie mettendo a rischio, talvolta, anche la propria salute.
In questo momento i soldi necessari per realizzare gli obiettivi che proponiamo ci sono, dal momento che l’Azienda Regionale sta per chiudere il proprio bilancio del 2017 con un utile di 8.137 milioni di euro e l’aumento dei finanziamenti nazionali di un milione di euro in più rispetto agli anni precedenti.
Ricordiamo inoltre che durante la conferenza regionale del 20 Dicembre, come abbiamo già reso pubblico con una nostra uscita, la Regione Toscana ha dichiarato, anche grazie alle pressioni esercitate dagli studenti nei mesi precedenti, di voler aumentare i finanziamenti prevedendo di avere a disposizione questi soldi.
Questo è il momento in cui come studenti chiediamo a gran voce di avere ciò che ci spetta: devono essere stanziati i finanziamenti per garantire i nostri diritti.
Nell’ottica della discussione sul nuovo bando, avvieremo un percorso di confronto per discutere riguardo i possibili miglioramenti al diritto allo studio e formulare una proposta condivisa in tutte e tre le città universitarie della Toscana che porteremo all’attenzione della Regione e del Consiglio di Amministrazione dell’azienda.

Vogliamo tutto quello che ci spetta!

#tuttoquellochecispetta
Studenti di Sinistra – Firenze
Link Siena – Siena
Sinistra Per… – Pisa

Rispondi