Integrazioni per i TFA: accettata la nostra proposta!

Novità positive dal fronte dei TFA (Tirocini Formativi Attivi) per l’abilitazione all’insegnamento!

Nell’ultimo anno, molti studenti laureati si son trovati costretti, per integrare CFU (generalmente 1-2) necessari per poter soddisfare i requisiti di ammissione ai concorsi per le diverse classe di insegnamento, ad iscriversi a corsi singoli da 6 o 12 CFU con una spesa di ben 15 euro a credito.

I disagi maggiori si sono presentati per gli studenti che si sono laureati sotto lo scorso ordinamento (ex-509) a base 5, mentre i requisiti per accedere al test di selezione per i TFA sono previsti in base 6.

Questa situazione obbligava chi avesse già effettuato l’esame nel vecchio ordinamento a ripetere in toto la prova anche per la semplice integrazione di un solo credito.

Non solo quindi gli studenti si son trovati a pagare 100 euro per poter tentare il test, ma hanno dovuto sostenere una gravosa spesa aggiuntiva per poter adeguarsi al nuovo ordinamento (si parla di 90 euro per 6 CFU e 180 euro per 12).

Come Lettere Rosse-Sinistra per… abbiamo segnalato l’insostenibilità di questa situazione al Prorettore alla Didattica e proposto di inserire per il post laurea integrazioni, fino ad oggi non praticabili, inferiori ai 6 CFU in base alle esigenze dello studente.

Il Senato Accademico del 12 Giugno ha approvato questa proposta: saranno attivati appositi corsi singoli denominati Integrazioni per TFA a cui si potrà accedere in base al numero di crediti necessari, quindi anche solo per 1 o 2 cfu. Le procedure di adeguamento sono già partite, così da eliminare questo ulteriore disagio (e costo aggiuntivo) per chi vuole intraprendere la strada dell’insegnamento all’interno di un sistema – quello dei TFA – che abbiamo criticato più volte e che ha bisogno di essere rivisto a livello nazionale.

Rispondi