garfield (1)MENSE:

Se vi mancano i manicaretti della cucina familiare o non avete tempo per mettervi ai fornelli, ci sono le mense universitarie! Le mense sono cinque, dislocate in vari punti della città:.

– Mensa Centrale: in via dei Martiri, dietro p.zza dei Cavalieri, suddivisa in due piani dispone di 8 linee di distribuzione dei pasti. È la più grande; tuttavia spesso vi imbatterete in lunghe code.

– Mensa di via Betti (zona Cisanello), la più piccola, ma senz’altro la più accogliente e quella con il menù più accattivante. Facilmente raggiungibile dagli studenti dei dipartimenti di Economia, Agraria, Veterinaria e dal Polo Piagge: in effetti, lo spostamento dell’area sociale in questa zona della città ha portato a un sovraccarico della piccola mensa Betti, che nei periodi di lezione si vede circondata da file di studenti che aspettano di pranzare. Questa mensa è utilizzata in maniera duplice: resta aperta dal lunedì al venerdì, sia a pranzo che a cena, e sarà possibile consumare panini, pizze, focacce e pasti cosiddetti veloci; nelle ore mattutine e in quelle pomeridiane, gli spazi saranno adibiti ad aula studio con annesso servizio bar; potrete acquistare a prezzi agevolati tazzoni di caffè e fette di dolci.

– Ristorante Universitario di via Cammeo, appena dietro Piazza dei Miracoli e nei pressi dei poli didattici di Ingegneria. Ultimamente in questa mensa si stanno registrando i tempi d’attesa in coda più insostenibili. Da quest’anno è possibile usufruire del servizio take away a partire dalle 08.30 (un utile strumento per gli studenti con pause pranzo molto risicate fra una lezione e l’altra ) e della linea “insalateria”.

– Punto di distribuzione RU Rosellini, aperto a pranzo durante i periodi di lezione dal lunedì al venerdì. Attualmente il terminale di distribuzione prevede l’erogazione di pasti freddi e il servizio take away: è il punto mensa più vicino alla zona del Polo Piagge, area della città che ha conosciuto recentemente un forte decentramento di poli universitari e che ancora non conosce un adeguato livello dei servizi .

– Mensa della Residenza Praticelli (zona Pratale-Ghezzano), al piano terra della omonima residenza: terza per grandezza, difficile da raggiungere per chi non abita in zona, dispone di un computer con cui ricaricare (tramite circuito Visa) la propria tessera, attraverso il servizio online di “Ricarichiamoci”. La gestione è esternalizzata ed è oltre il livello di tolleranza la percentuale di piatti fritti; sono, invece, ottimi i dolci della domenica!

Accedere al servizio ristorazione è semplicissimo, basta avere la tessera magnetica che è la stessa che vi viene consegnata al momento del ritiro del libretto universitario e che può essere utilizzata al momento della registrazione degli esami o per aprire gli armadietti di sicurezza di alcune biblioteche. In caso di smarrimento, potete farvi rilasciare quella provvisoria dagli sportelli degli uffici tessere che troverete dislocati presso ogni mensa.

Ricaricarla è facile; unico problema: le lunghe file ai monetometri negli orari di punta e la possibilità di ricaricarla soltanto con banconote. Per ovviare a ciò esiste un sistema di ricariche (simile a quello utilizzato per i cellulari) che consente di aggiornare il credito sulla tessera via internet o registrandosi al sito www.ricarichiamoci.dsu.toscana.it.

Da quest’anno, si può anche andare in negativo col credito fino a meno 4 €; ma ricordatevi di ricaricare, altrimenti il debito aumenta!

mense1

Studenti vincitori di Borsa di Studio:

-fuori sede: hanno diritto a due pasti gratuiti al giorno (un solo pasto nel caso in cui siano vincitori della borsa servizi)

-in sede e pendolari: hanno diritto ad un pasto gratuito al giorno.

Se avete molta fretta, potrete usufruire del pasto d’asporto (un cestino con 2 panini o focacce, o in alternativa un’insalatona, una bottiglietta d’acqua e il dessert ad un costo inferiore a quello del pasto completo), disponibile in tutte le mense tranne quella di Praticelli. Per chi soffre di celiachia, le mense di via Martiri e quella di via Betti effettuano il servizio glutenfree su prenotazione: chiamando l’apposito numero verde potrete richiedere la mattina per pranzo e il pomeriggio per cena la preparazione di un pasto personale senza glutine. Una volta ai banchi di distribuzione potrete sempre scegliere tra tre tipi di primi, tre secondi e più contorni.

Da quest’anno, sono state introdotte due nuove sperimentazioni alimentari : il “Mangio vegetariano” e il “Mangio Doppio”, piatti unici composti. I rappresentanti del Consiglio Territoriale degli Studenti li controlleranno periodicamente; solo così sarà possibile mantenere un livello decente della qualità del servizio mensa!

A questo punto non resta che lasciarvi con un: buon appetito!

Rispondi