sport01Nella vita universitaria non può poi mancare lo sport: esso rappresenta uno dei modi migliori per scaricare lo stress ed un ottimo strumento di socializzazione fra persone che condividono le stesse passioni e diveritmenti.
Insomma, un’attività di fondamentale importanza, riconosciuta come tale anche dal nostro Ateneo.
In ragione di ciò e grazie anche al costante impegno delle rappresentanze studentesche, oggi avete a disposizione strutture adeguate a prezzi più che politici: gli impianti, di proprietà dell’Università e gestiti dal CUS Pisa, si trovano in via Chiarugi, non troppo distanti dal centro.
Per raggiungerli basta imboccare via del Brennero in direzione Lucca, e svoltare alla prima traversa sulla sinistra (per la mappa, consultate il sito: www.cuspisa.it).
Per fruire delle strutture è necessario ottenere la tessera d’accesso tramite la presentazione alla segreteria del CUS di un certificato medico d’attività sportiva non agonistica (che può essere rilasciato anche dal vostro medico di famiglia) e un documento che provi la vostra iscrizione all’Università di Pisa (basta l’autocertificazione).
L’offerta d’attività sportiva è piuttosto varia: si va dal calcetto alle lezioni di scherma, dal canottaggio alle arti marziali; non mancano, inoltre, corsi di ginnastica, pilates, ballo et similia. Da quest’anno verrà introdotto il corso di vela a dimostrazione di una sempre attiva ricerca nell’offerta sportiva.
La tariffa di prenotazione dei campi (calcetto, pallavolo, basket, tennis etc..) è stata innalzata a 10 euro, sia per lasciare invariato il prezzo dei corsi sia per preservare, per gli studenti, la possibilità, nelle fasce orarie lasciate all’attività libera, di accedere gratuitamente agli impianti con anche la possibilità di prenotare on-line.

Per gli appassionati degli sport più comuni (calcio, basket, volley etc), può essere interessante sapere che durante l’anno vengono organizzati dei campionati amatoriali.
Chi, invece, ha dovuto abbandonare la propria squadra per vivere a Pisa potrà continuare a praticare l’attività agonistica indossando la maglia della nostra Università nei vari campionati federali ed Universitari (anche per questo dovrete rivolgervi alla segreteria del CUS).
Inoltre c’è la possibilità di praticare sport a costi contenuti anche fuori da via Chiarugi, in impianti e strutture convenzionate col CUS (l’elenco viene fornito sempre a settembre, ed è reperibile sul sito internet di cui sopra). Infine, è importante ricordare agli studenti fuori sede che, dovendo anche loro versare la quota di iscrizione insieme alle tasse universitarie, avranno ora la possibilità di abbattere i costi per il necessario certificato di idoneità alla pratica sportiva non agonistica seguendo i passi indicati sul sito dell’Università, in particolare http://www.unipi.it/studenti/servizi/assistenzasanitaria.htm_cvt.htm: questo per evitare il paradosso di un servizio pagato ma di fatto non fruito per ulteriori passaggi obbligati che lo rendono eccessivamente oneroso.

Rispondi