DIDATTICA II SEMESTRE

Oggi, durante la seduta congiunta Senato Accademico/Consiglio d’Amministrazione dell’Università di Pisa, è stato dato parere favorevole alle indicazioni per lo svolgimento della didattica durante il secondo semestre di questo anno accademico.

Riportiamo qui le principali novità:

Potranno svolgersi in forma mista, QUALORA LA SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA LO PERMETTESSE, le lezioni degli insegnamenti di alcune annualità dei corsi di studio con un numero di potenziali frequentanti non superiore a 100. Le annualità sono:

➡️ Primo anno per le lauree triennali;

➡️ Primo e quarto anno per le lauree magistrali a ciclo unico;

➡️ Entrambi gli anni per le lauree magistrali.

A partire da ieri, l’Università di Pisa ha somministrato un questionario a coloro che fossero inseritә in classi di corso rientranti nei suddetti requisiti, per avviare un’indagine che permetta di capire gli spazi d’Ateneo in base alla disponibilità di frequenza. Il questionario si concluderà in data 6 gennaio 2021.

I singoli dipartimenti dell’Ateneo dovranno decidere quali corsi di studi erogare in forma mista ed entro gennaio 2021 verranno assunte le decisioni all’effettivo avvio dello svolgimento delle attività didattiche.

Ricordiamo anche che per la sessione invernale gli esami saranno ancora in modalità a distanza.

LA DIDATTICA A DISTANZA VERRÀ COMUNQUE GARANTITA FINO ALLA FINE DEL SECONDO SEMESTRE.

Come Sinistra per… ci siamo espressә in favore di questa apertura programmatica, che guarda, situazione epidemiologica permettendo, ad una gestione degli spazi di ateneo più attenta ed oculata.

Abbiamo sottolineato al consesso la necessità di prestare attenzione alle situazioni in cui nella stessa classe confluiscano più corsi di studio, o più annualità.

Inoltre abbiamo ribadito la necessità di intraprendere all’interno della commissione didattica di Ateneo una riflessione sul documento degli esami scritti in modalità a distanza, forte del fatto che la situazione non è più ormai, emergenziale, ma necessita di essere regolata con maggiore attenzione viste anche le criticità che stanno emergendo su tale documento.

Continuate a seguirci:
linktr.ee/sinistraper